Site Loader
Corso 22 Marzo, 25 | 20129 Milano

Le imprese sono tenute a adottare Protocolli di sicurezza all’interno del luogo di lavoro, applicando ulteriori misure di precauzione da integrare con altre equivalenti o più incisive, secondo le peculiarità della propria organizzazione, previa consultazione con i Comitati di attuazione dei Protocolli aziendali.

I principali adempimenti

  • Protocolli e procedure da seguire in situazioni sospette/probabili/confermate di casi COVID19;
  • Modalità di utilizzo e trattamento dei DPI per la protezione dal COVID-19;
  • Prefigurazione delle precauzioni standard: igiene delle mani e respiratoria, smaltimento sicuro dei rifiuti;
  • Gestione della pulizia ambientale e sterilizzazione delle attrezzature, sanificazione delle superfici;
  • Indicazione dei comportamenti da attuare nei momenti di pausa e riunioni al fine di ridurre l’eventuale trasmissione del virus;
  • Protocolli e procedure da seguire per la gestione delle modalità di ingresso in azienda dei lavoratori, gestione e regolamentazione delle modalità di accesso all’azienda dei fornitori esterni;
  • Istruzioni sulle principali precauzioni igieniche personali e pianificazione dei punti di accesso ai detergenti di sanificazione; utilizzazione e contingentamento efficiente degli spazi comuni e dei dispositivi di protezione individuale;
  • Metodi di organizzazione aziendale mirata a garantire il distanziamento sociale, attraverso la rimodulazione degli spazi di lavoro o l’articolazione differenziata degli orari di lavoro;
  • Istruzioni per l’adozione di strumenti a sostegno del telelavoro, del lavoro agile e del lavoro in team sia dal punto di vista giuslavoristico che organizzativo e tecnologico.

La formazione

  • Oltre alla formazione obbligatoria in materia di sicurezza del lavoro (D.Lsg. 81/2008 e s.m.i) le aziende coinvolte dalle disposizioni restrittive in emergenza dell’epidemia oggetto dei DPCM 12 marzo 2020 e DPCM 26 aprile 2020 e s.m.i. sono tenute a organizzare percorsi formativi
  • Gli interventi promossi per la formazione dei lavoratori devono essere finalizzati all’aggiornamento o riqualificazione e ricollocazione professionale al fine di contribuire all’aumento della capacità dell’impresa di rispondere ai bisogni dell’utenza.

Il ruolo di INAIL

Inail prevede finanziamenti nel corso del 2021 a favore delle imprese chiamate a realizzare progetti per il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti.

Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto ricomprese in 4 Assi di finanziamento:

  • Progetti di investimento e Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale –
  • Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi
  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività

Destinatari dei finanziamenti sono le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura e le medio/grandi imprese dell’agricoltura e, di finanziamento anche gli Enti del terzo settore.

motus norma con una costante attività di aggiornamento e check-list dedicate è in grado di assistere le aziende nell’attuazione degli adempimenti legali in materia di sicurezza del lavoro e nell’accesso alle agevolazioni nazionali ed europee a sostengo di progetti di formazione e di miglioramento della sicurezza nell’ambiente di lavoro.

Post Author: motus norma s.r.l.s.

Rispondi